Teatro 7 Sette

Teatro 7 Sette
  • Via Benevento 23
  • 00161, ROMA (RM)
  • LAZIO (Italia)
  • Tel. 06 442 36 382
  • www.teatro7.it
  • SPORT, CULTURA, TEMPO LIBERO / Teatri : sconti sui biglietti singoli e sugli abbonamenti


 

Il Teatro Sette offre a tutti gli associati ASSOCARD (e familiari/accompagnatori):
 

- Biglietti singoli a prezzo  ridotto 
- Abbonamenti a prezzo  scontato 

 


 

 


Referente per informazioni ed richieste:

Valeria D’Orazio tel. 320.4820809
oppure e-mail promozione@teatro7.it


Teatro 7 s.r.l  - Via Benevento 23, 00161, Roma
Tel. 06.442.36.382 - teatro7.it - teatro@teatro7.it

 


 

Non hai l'ASSOCARD? Richiedila QUI

 

www.teatro7.it

 

IL CARTELLONE

 

26 Settembre – 1Ottobre
I BUGIARDINI

PASQUINO

regia di Fabrizio Lobello
Uno spettacolo di improvvisazione teatrale che ogni sera sulla base dei suggerimenti del pubblico darà voce ai colori, all’atmosfera e alle emozioni della Roma che fu, la Roma papalina del XIX secolo. Amori, intrighi, abusi e costumi di un momento irripetibile della storia di Roma attraverso la quale parlare di noi romani di oggi, con la chiave ironica e sorprendente dei Bugiardini.


 

 3 – 15 Ottobre
GIORGIO GOBBI e FEDERICA DE BENEDITTIS

PORTATORE SANO DI FELICITA’

di Paolo Pioppini
Regia Flavia Martino
Un uomo non più giovane, apparentemente vinto dalla vita che ha scelto di vivere in solitudine, e una donna che insegue a tutti i costi i suoi sogni. Questi sogni e un improvviso acquazzone li fanno incontrare per caso, in un piccolo paese senza storia, senza interesse, quasi senza nome. In una casa anonima si scopre che c’è molto che li lega, come una storia già scritta. Si scopre che tutti e due hanno un passato da nascondere, da dimenticare, ma allo stesso tempo una passione per il teatro e per i racconti. Questo incontro rappresenta una svolta per le loro vite.


 

17 Ottobre – 5 Novembre
BEATRICE FAZI – ENZO CASERTANO
ALESSANDRA MERICO – CRISTINA ODASSO

FAMIGLIA MICIDIALE

di Alessandra Merico
La famiglia Moscetti ha un grande astio nei confronti dei vicini, i Longobardi. Ogni cosa diventa un motivo di sfida tra le due famiglie, soprattutto in occasione delle festività: luminarie migliori, addobbi più appariscenti, pranzi e feste più riuscite. Ma anche nel quotidiano si intrattengono invidie e gelosie: acquisti di macchine, vacanze più lussuose, vestiti firmati, persino la razza del cane diventa motivo di competizione. Un giorno però a casa dei vicini avviene un fatto drammatico, viene ucciso un componente della famiglia. I Moscetti vivono un momento di scarsa compassione per il lutto immediatamente interrotto da un nuovo motivo di invidia: i Longobardi sono improvvisamente sotto l’occhio dei riflettori nazionali. Giornali, reti televisive, radio, tg, tutti i media non fanno che parlare di loro e il giardino a fianco si trasforma presto in un viavai di giornalisti e conduttori di programmi di spicco che non perdono occasione per intervistarli. I Longobardi sono diventati famosi. I Moscetti però non vogliono essere secondi a nessuno e studiano un piano per il contrattacco. Ci riusciranno? Una commedia esilarante ricca di colpi di scena, un giallo comico che vi terrà incollati alle poltrone!


 

7 – 12 Novembre
PINUCCIO

MOZART, PER GLI AMICI WOLFGANG

di Alessio Giannone e Francesca Frizzi
Mozart il genio, Mozart il ragazzo. Musicista prodigio sin dall’infanzia, il compositore più rockstar di tutta la storia della musica classica, un adolescente che - come i teenager di ogni epoca - voleva rompere gli schemi, riuscendoci alla grande non solo musicalmente ma anche per il suo stile di vita. Giovane artista famoso e celebrato in tutta Europa, dal carattere a volte difficile e a volte adorabile, incarnazione divina quando si t r a t t a d i m u s i c a e personificazione a dir poco dionisiaca di tutti i possibili vizi dell’essere umano. A guidarci in questo excursus tra musica e narrazione è Pinuccio - Alessio Giannone - che da appassionato ascoltatore e conoscitore innamorato dell’opera mozartiana, in compagnia di un ensemble orchestrale di giovani musicisti, ce lo racconta così, partendo da alcuni dei brani più celebri del mitico giovane Wolfgang, tra melodie, aneddoti e curiosità emerse da biografie, ma anche da interviste di personaggi dell’epoca, contemporanei di Mozart che lo hanno odiato e amato, ammirato, giudicato, senz’altro mai ignorato! Un patchwork di musica e racconti immersi in un’atmosfera di immortale emozionante bellezza e folle divertimento.


 

14 – 26 Novembre
ANDREA PERROZZI & ALESSANDRO SALVATORI con ELISABETTA TULLI

BEN HUR

di Gianni Clementi
Regia Vanessa Gasbarri
Sergio, uno stuntman caduto in disgrazia, si arrangia a posare, vestito da centurione per i turisti al Colosseo. Sua sorella è separata e per arrotondare gli spiccioli del fratello lavora in una chat erotica. Un ingegnere bielorusso per mandare soldi alla sua famiglia, si arrangia a far tutto, anche a sostituire Sergio nel ruolo di centurione.


 

28 Novembre – 10 Dicembre
PAOLA TIZIANA CRUCIANI

ORMONELLA

scritto e diretto da Paola Tiziana Cruciani
Iscritta dal figlio a un sito d’incontri online, a 60 anni, Cinzietta si trova costretta a rimettersi in gioco sentimentalmente. Ce la farà ad incontrare l’uomo che le farà scattare di nuovo l’ormonella? Attraverso i ricordi del passato, le riflessioni sul presente e le aspettative sul futuro, “Ormonella” è un viaggio in cui al centro c’è sempre la relazione uomo-donna nella sua espressione più universale, dove ognuno potrà ritrovare un pezzetto del proprio vissuto e, finalmente, riderci su.


 

12 Dicembre – 14 Gennaio
MARCO ZADRA & Friends

ZADRISKIE POINT

scritto e diretto da Marco Zadra
A gran richiesta torna questo esilarante spettacolo di uno degli attori più amati e seguiti dal pubblico del Teatro 7. Zadriskie Point è il nome di un Jazz Café gestito da un artista ipocondriaco, una ballerina zoppa ed un barman sordomuto, ma è anche il punto di vista di Marco Zadra, che racconta con una formula vivace e colorata le tappe salienti del difficile percorso intrapreso da un attore brillante affetto da gravi disturbi psicosomatici costretto a muoversi in un mondo, quello dello spettacolo, che lui rifiuta e da cui è rifiutato. In preda alle allucinazioni ed agli attacchi di panico, seguito da una improbabile psicologa calabrese di cui è unico paziente, Zadra dà vita ad uno sfogo tragicomico, a un confronto psicologico tra l’uomo e l’artista, tra la semplicità e la genialità folle, tra la quotidianità e l’ambiguità del mondo dello spettacolo…


 

16 – 28 Gennaio
MASSIMO VENTURIELLO

LA PRIMA INDAGINE DI MONTALBANO

di Andrea Camilleri
Consulenza musicale e tecnica: Alessandro Greggia
La prima indagine di Montalbano di Andrea Camilleri è quella da cui tutto ebbe inizio. Quella in cui prendono vita i personaggi dei successivi numerosi romanzi che hanno conquistato l’interesse di milioni di lettori.
Massimo Venturiello, porta sul palcoscenico, con la vis teatrale che lo contraddistingue, il testo di Andrea Camilleri in un progetto tutto nuovo da lui ideato.


 

30 Gennaio – 25 Febbraio
SERGIO ZECCA
TIKO ROSSI VAIRO – FRANCESCA BARAGLI ALESSANDRO FRITTELLA - MARIA TERESA PASCALE ALESSANDRO CHIODINI – ILARIA NESTOVITO

IL CAPPELLO DI CARTA

di Gianni Clementi
Regia Michele La Ginestra
Ambientata a Roma nel luglio del 1943 è la storia di un’umile famiglia operaia. Protagonisti della vicenda sono Leone un semplice muratore che deve quotidianamente combattere con l’anziano padre Carlo, un nonno autoritario e un po’ svanito, la moglie Camilla che non sopporta più le stranezze del vecchio, la sorella Anna, vedova e in cerca di sistemazione, il figlio Candido che di sporcarsi con la calce non ne vuole sapere, la figlia Bianca alle prese con la stagione dell’amore ed il suo pretendente Remo. Le tipiche dinamiche familiari, i piccoli drammi quotidiani, i sogni e gli screzi si trasformano in battute esilaranti. I nostri protagonisti si troveranno, così, ad affrontare la guerra, il bombardamento di San Lorenzo, il mercato nero, la fame senza perdere mai il sorriso. Una commedia di grande umanità che, tra spunti di riflessione e commozione, regala tante risate!


 

27 Febbraio – 24 Marzo
MICHELE LA GINESTRA e MASSIMO WERTUMULLER

COME CRISTO COMANDA

di Michele La Ginestra
Regia Roberto Marafante
Anno 33 d. c., Palestina. È notte: due uomini, vestiti con tuniche e mantelli, sono seduti in una sorta di bivacco in mezzo al deserto. Parlano sommessamente per non essere scoperti, con la paura di essere stati seguiti da qualcuno; si capisce che sono in fuga. Dai dialoghi pian piano si intuisce che sono due soldati romani, ma non due qualsiasi: uno, Cassio, è il centurione alla guida dei legionari al momento della crocifissione di Gesù sul Golgota; l’altro è Stefano, un suo soldato, quello che diede da bere a Cristo acqua e aceto. L’evento che sconvolgerà l’umanità ha stravolto, inconsapevolmente, anche le loro vite; i due non potranno fare a meno di confrontarsi, animatamente, alla ricerca di alcune risposte…


 

2 – 21 Aprile
ANTONELLO AVALLONE
(e CAST DA DEFINIRE)

IL PRESTANOME

di Walter Bernstein- dall’omonimo con Woody Allen
Adattamento teatrale e regia di Antonello Avallone
New York, anni ’50. Al tempo del Maccartismo, Howard, uno squattrinato cassiere di un bar accetta di fare da prestanome ad Alfred Miller, sceneggiatore della televisione caduto in disgrazia a causa di certe sue sospette "attività antiamericane". Egli firmerà, d’ora in poi, i copioni dello scrittore e ne riceverà una percentuale sugli utili. Florence, una bella ragazza della televisione si innamora di lui, o meglio di lui scrittore e lui, che è una persona di pochissima istruzione ed è costretto, in situazioni di grande comicità, a superare situazioni al limite dell’impossibile.  Nessuno si accorge di niente finchè la politica del senatore McCarthy, non arriva a indagare anche su di lui… Un delicatissimo e drammatico tema come quello della “caccia alle streghe”, riesce ad essere raccontato in una maniera estremamente brillante.


 

2 – 21 Maggio
CHIARA BONOME – FRANCESCA DRAGHETTI- STEFANO MESSINA-
ROBERTO STOCCHI

“STAND UP FAMILY”

di Chiara Bonome e Mattia Marcucci
regia di Chiara Bonome
Cosa accadrebbe se la stand up comedy, fenomeno del momento, si trasferisse direttamente dentro la casa di una famiglia normale? E poi, che vuol dire davvero “famiglia normale”? Questi gli interrogativi che si pone la commedia brillante “Stand up family”. Una giovane donna ha intrapreso la carriera di standupper: ci troviamo apparentemente in una sala teatrale e l’attrice sta intrattenendo il proprio pubblico con il suo spettacolo, raccontando delle personali vicende familiari con dissacrante ironia. Improvvisamente, dalla platea si alza una donna, visibilmente in contrasto con gli argomenti trattati dall’attrice: è sua madre. Di lì a poco, in teatro arriverà il padre della giovane, rendendo tutti partecipi del fatto che si trovino, in realtà, nel salotto della loro casa. I tre iniziano a sviscerare comicamente i loro “panni sporchi” – che, in questo caso, non si lavano solo “in famiglia” – quando, inaspettatamente, un runner di mezza età e laureato in Filosofia consegna delle pizze che nessuno ha ordinato proprio nel loro appartamento. Riuscirà la Filosofia a cambiare il corso delle loro vite?
E quelle del pubblico?